Il borgo di Sant'Angelo

La meravigliosa Ischia è un insieme di luoghi magici e nascosti di grande impatto emotivo, da scoprire per conoscere la vera essenza di un posto straordinario e conosciuto in tutto il mondo. Un’isola in mezzo al Golfo di Napoli fonte di ispirazione di artisti, poeti, scrittori e cantanti di ogni parte del mondo. Le suggestive bellezze di Ischia colpiscono a prima vista e rappresentano un patrimonio naturalistico fuori dal comune.

Tra le meraviglie dell’isola sicuramente costituisce un vero e proprio fiore all’occhiello il fantastico borgo di Sant’Angelo, ogni anno nei mesi estivi affollato da un gran numero di turisti italiani e stranieri. Un piccolo antico borgo impreziosito da caratteristici vicoli e case addossate le une alle altre, una località tutta da vedere per respirare la sua atmosfera particolare e lasciarsi incantare dalle bellezze naturalistiche circostanti.

Sant’Angelo è un vecchio borgo di pescatori, diventato con il passare degli anni un luogo di incontro del turismo d’élite. Oggi infatti sono numerosi gli yatch che in estate approdano quotidianamente al piccolo porto turistico, e tanti sono i vip che fanno visita al borgo. Un perla nel comune di Serrana Fontana, un esclusivo borgo mediterraneo con le case colorate affacciate sulle splendide acque dell’isola di Ischia.

Borgo di Sant’Angelo: cosa vedere e fare

Nel borgo di Sant’Angelo dell’isola di Ischia sono tante le cose da fare e vedere, un itinerario turistico di forte impatto emotivo. Girare a piedi tra le case colorate e i tradizionali vicoletti del borgo è un vero piacere, un modo per passare qualche momento emozionante e di relax.

La piazzetta è un’isola pedonale e un posto di ritrovo, in virtù dei molti negozi e locali con tavoli all’aperto, dove i vacanzieri sono ben felici di godersi di fronte al mare la tranquillità del piccolo antico borgo. Boutique lussuose e punti di ristoro per trascorrere qualche ora all’insegna dello shopping e della buona cucina locale. Una gastronomia caratterizzata da gustose pietanze di pesce fresco e non solo, piatti locali per soddisfare le richieste anche dei turisti più esigenti.

Nella parte superiore dell’isola spicca la chiesa nella quale viene venerato il culto dell’Arcangelo San Michele, i cui festeggiamenti sono programmati annualmente per la fine di settembre con la classica emozionante processione. Una processione che vede una grande partecipazione da parte della gente del posto e dei turisti presenti. La chiesa si presenta con all’interno un’unica navata e con l’altare maggiore contraddistinto da una tela dell’Ottocento che raffigura l’Assunta con San Rocco. Nella sacrestia invece è custodita un’opera raffigurante la Madonna con Bambino. Con pochi passi, a poca distanza dalla chiesa, si arriva a Cava Petrelle, dove ammirare le "stufe", le cosiddette fumarole con la sabbia bollente.

Naturalmente Sant’Angelo è un borgo sul mare e quindi si distingue anche per una delle spiagge più particolari dell’isola d’Ischia: Cava Grado. Una spiaggia dalla bellezza sorprendente e al riparo dalla folla estiva, un’oasi dove spadroneggia la tranquillità, una piccola insenatura circondata dalla macchia mediterranea lungo un favoloso tratto di mare. Una vera e propria oasi di pace negli ultimi tempi rivalutata anche dai vacanzieri e non solo dalle famiglie del posto.

Cava Grado si trova nel comune di Serra Fontana, raggiungibile tramite una piccola strada retrostante la piazzetta o attraversando il sentiero che parte dalla zona di Succhivo. Una volta da queste parti, si ha anche l’opportunità di fruire di due parchi termali: l’Aphrodite e Tropical. Il primo dei due parchi termali, tra l’altro, è tra le mete preferite della cancelliera tedesca Angela Merkel. Non solo, una volta a Sant’Angelo, la cancelliera tedesca spesso si dedica a lunghe salutari passeggiate lungo i sentieri del borgo.

Nel complesso, del borgo di Sant’Angelo colpisce innanzitutto il tipico esempio di architettura mediterranea caratterizzata da un lato dalla Madonnella, la zona alta, con la peculiarità dei vicoletti e la Chiesa di San Michele Arcangelo, e dall’altro lato dalla piazzetta, dal piccolo porto e dalla "Torre", l’isolotto che regna sul borgo. Una bomboniera a cielo aperto dove il tempo sembra essersi fermato. Da tanti, per il suo aspetto, Sant’Angelo viene chiamata "la piccola Capri", un accostamento dovuto alla somiglianza della piazzetta, dei vicoletti e delle casette colorate.

In tutto il borgo poi domina la particolare atmosfera, alla quale contribuiscono sensibilmente i ristoranti, gli alberghi e i negozi. Locali tutti o quasi affacciati sul mare. Sant’Angelo è un borgo antico altamente fascinoso con alle spalle una lunga storia e con un patrimonio turistico tutto da scoprire. Inoltre, dal porto del borgo, è possibile fare un giro in barca per apprezzare le meraviglie del paesaggio costiero e marino. Un tour via mare per conoscere da vicino la spiaggia dei Maronti o la Baia di Sorgeto, dove nel corso del tragitto è possibile vedere la fascinosa grotta dell’Elefante.

Borgo di Sant’Angelo: come arrivare?

Sant’Angelo è un borgo chiuso al traffico, tuttavia è possibile avvicinarsi all’ingresso della località con mezzi pubblici e privati. Se si arriva con le proprie auto esiste la possibilità di parcheggiare in uno dei tre parcheggi disponibili, a poca distanza dal borgo. Infatti, una volta parcheggiata l’auto, sono sufficienti pochi passi per raggiungere a piedi il borgo. In autobus, invece, si raggiunge il capolinea Cava Grado con tre linee disponibili: LINEA 1- CD –CS. Altro mezzo per arrivare al borgo di Sant’Angelo è il taxi.

Inoltre, l’antico borgo di pescatori si può raggiungere anche via mare, partendo con il Taxi Boat dalla spiaggia dei Maronti di Barano d’Ischia. I mezzi per arrivare a Sant’Angelo e godere delle meraviglie del luogo quindi non mancano, basta conoscerli bene e utilizzare il mezzo di trasporto ritenuto più conveniente.

Share on:

Verifica disponibilità